Share Button

Alloggiare in un hotel fortemente indirizzato al turismo estivo, per di più di mare, in pieno inverno non è mai facile. 

La stagione, a meno che non si sia in una grande città, influenza sicuramente la qualità dell'ospitalita e, di conseguenza, il giudizio perché purtroppo raramente i servizi sono al cento per cento

È anche vero che se un albergo resta regolarmente aperto non ci sono ragioni per fornire servizi inferiori a quelli dell'alta stagione (tranne quelli indissolubilmente connessi con il caldo e l'estate).

L'hotel Resort dei Normanni si trova ad un paio di chilometri dall'ingresso di San Vito dei Normanni sulla strada che arriva da Brindisi ed è normalmente aperto anche in pieno inverno.

Arrivare quindi fuori stagione, per di più in giornate con meteo spaventoso, non aiuta a fornire un' immagine del tutto positiva.

La prima impressione è infatti quella di un albergo funzionante ma con tutto ridotto all'essenziale.

Alla reception una sola persona raccoglie i documenti ma rinvia le pratiche di registrazione. Non si offre per aiutare con i bagagli (e questo é un fatto oramai consueto in alberghi anche di livello più alto) ma nemmeno per accompagnare alle camere.

L'hotel è sostanzialmente composto da edifici separati con il corpo centrale che ospita la reception, la sala colazioni ed altre parti comuni. Le camere sono quasi tutte in un lungo edificio accanto.

L'architettura del corpo centrale lascia un po' perplessi. La costruzione è circolare, accompagnata da un paio di piccole torri, forse con l'intenzione di richiamare l'architettura delle storiche masserie pugliesi. Se questo era lo scopo il risultato non mi sembra molto azzeccato.

I corridoi, un po' tristi, portano a camere che non brillano per brio e sono abbastanza basiche seppur molto spaziose.

Spazio quindi che non manca ma arredamento, seppur relativamente recente, in legno scuro che non la rende fresca ed attraente. Il letto è comodo ma rattristato da un copriletto verde in stile anni Settanta, il televisore, piuttosto piccolo, occupa una parte della scrivania di fronte al letto. Un paio di  poltroncine completano il tutto in modo abbastanza basico.

Qualche inquietante macchia sul soffitto rende  la camera ancor meno accattivante.

Il bagno, anch'esso basico, ha il termoarredo spento e senza alcuna possibilità di essere attivato obbligando a lavarsi, se non al gelo, perlomeno in condizioni poco gradevoli.

Il wifi è debole nell'area centrale comune e disastroso in camera. La connessione avviene più facilmente con la rete dell'hotel adiacente piuttosto che con quella dell'Hotel Resort dei Normanni.

L'albergo è moderno e costruito anche grazie a vari contributi pubblici, correttamente indicati, ma sembra aver bisogno se non di una vera e propria ristrutturazione almeno di una "rinfrescata" approfondita.

La colazione, servita nella bizzara sala bar multicolor del corpo centrale, è scarsa e triste.
Se ne occupa il personale della reception o, meglio, l'unica persona apparentemente presente ed addetta "anche" alla reception.

Il buffet, se così vogliamo chiamarlo, è modesto in quantità, in qualità es esposizione. Probabilmente gli ospiti sono troppi pochi per giustificare una presentazione ricca e piacevole ma così è davvero triste a vedersi.

Appare evidente che in estate le condizioni sono, anzi, devono essere diverse. Qualcosa si intuisce dalla piscina (tristemente ma anche ovviamente vuota) e da alcuni spazi nella zona  posteriore che potrebbero essere punti favorevoli con la bella stagione.

Viene però il dubbio che possa essere preferibile pernottare all'Hotel Resort dei Normanni anche nella bella stagione. Non è nel centro del paese, occorre comunque la macchina per muoversi, e in tutta l'area, ci sono antiche masserie magnificamente ristrutturate.

Immagini del bagno in Private Baths and Public Toilettes
Share:

0 commenti:

Posta un commento