Share Button

Hotel Como - Como
L'hotel Como è un palazzo piuttosto anonimo (sembra un normale condominio) soffocato da altri edifici dello stesso genere e dal parcheggio.

La posizione è abbastanza comoda sia per il lago (una ventina di minuti a piedi) che per il centro città (una decina). Ha la piscina (sul tetto) che nelle giornate calde è una piacevole soluzione ed è stato riaperto relativamente da poco (marzo 2016).

L'accesso avviene proprio dal parcheggio scoperto collocato nella stretta via (suppongo privata).  La porta di ingresso risulta così un po' nascosta ed oppressa, in caso di affollamento, dalle auto.

La hall non è particolarmente grande ma si allarga sulla sinistra, a lato del bancone centrale della reception, con tavolini, divani ed il piccolo banco del bar per proseguire verso la sala riunioni. A destra invece si arriva alla sala colazioni.

Entrando nella camera ci si trova il bagno quasi di fronte mentre,  a destra dopo un piccolo disimpegno con un grande quadro dai colori sparatissimi, si trova la zona letto vera e propria.


Lo spazio è tanto. Il letto è contro il muro nella zona più raccolta mentre, di fronte, c'è un mobile moderno in legno scuro che funge anche da scrivania con un comodo piano per la valigia, il frigobar e lo schermo della televisione.

Bella la luce che proviene dalle due finestre che, seppur strette vanno da terra al soffitto. Bello il pavimento in legno.


Una poltroncina ricoperta di imbottitura dal non eccessivamente affascinante color giallo ocra completa l'arredamento.

Il letto è ampio e comodo. La sopracoperta, così come i cuscini d'arredamento ed il poggiapiedi richiamano il già citato giallo non del tutto convincente ma che, nell'insieme non risulta affatto sgradevole.

L'armadio, accanto al letto, è grande e capiente ed è ovviamente dello stesso stile e colore del resto del mobilio.

Tutto, oltre che pulito, è effettivamente recente ed in ottimo stato.

Il bagno, invece, nonostante sia anch'esso pulito ed in buone condizioni non sembra rinnovato di recente o, forse, è stato ristrutturato solo parzialmente.

Piastrelle bianche a rivestimento, unico tono di colore la fila di sottili listelli rossi, pavimento sicuramente datato sia per colore che per caratteristiche, set di cortesia decisamente inferiore agli standard di categoria, sanitari realizzati con un'anonima ceramica bianca, box doccia in plastica in parte ingiallita dal tempo, in cui spicca, è vero, un soffione doccia quadrato, abbastanza grande; unico elemento, questo, che fa pensare ad una recente ristrutturazione.

Colazione al piano terra, un buffet discreto ma privo di particolare fantasia ed inventiva.

Tra i servizi, oltre ad una piccola palestra nel seminterrato spicca la piscina sul tetto. Non enorme ma sufficiente per qualche bracciata.

Interessante l'angolo della terrazza, accanto alla piscina, riservato al bar dove consumare un aperitivo e godersi la vista, in questo caso meno limitata, rispetto alle finestre delle camere, dai palazzi.

Il parcheggio scoperto è disponibile nella piccola via che porta all'ingresso ma va precisato che esiste anche un parcheggio coperto con posti però molto limitati.

Complessivamente un albergo da promuovere, con personale sempre molto cortese e disponibile, in una posizione comoda e servizi (la piscina ad esempio) utili.

Ulteriori immagini del bagno in Private Baths and Public Toilettes






Share:

0 commenti:

Posta un commento